ragazza che guarda i possibili servizi del cloud computing

Mai come nell’ultimo anno ci si è resi conto dell’importanza del lavoro agile o smart working che dir si voglia, un’opzione che dati alla mano nessuna azienda può più permettersi di considerare solo come tale.

Chi nelle imprese ricopre il ruolo di scelte relative ai sistemi di Information Technology deve dunque farlo in maniera tale che questi possano ben configurarsi anche con la necessità di poter svolgere lo stesso lavoro sia in ufficio che da remoto.

Per farlo è necessario che i dipendenti abbiano sia le dotazioni di base tecniche – si pensi ai vari dispositivi necessari per svolgere la specifica mansione – che l’accesso garantito ai vari servizi e applicazioni dell’azienda.

Continua a leggere

servizi-cloud-monitor

Ormai da alcuni anni i servizi cloud stanno diventando una delle colonne portanti nel mondo dell’Information Technology. Versatile e sempre più diffuso, il cloud è diventato irrinunciabile per privati e aziende.

Il cloud permette principalmente di svolgere due azioni:

  • Cloud Storage, ossia l’archiviazione di dati;
  • Cloud Computing, ossia utilizzo di software da remoto.

L’evoluzione dei servizi cloud ha portato un aumento dei provider che erogano diverse tipologie di prodotto: dagli spazi di memoria dedicati per ciascun cliente, all’elaborazione di software che grazie alla rete sono facilmente raggiungibili da qualsiasi luogo.

Non più pesanti programmi da montare sul tuo computer, con il cloud ti basteranno una credenziale di accesso e una connessione Internet per lavorare.

In alcuni casi potrebbe essere necessario scaricare e installare un’applicazione che si colleghi direttamente all’area riservata e ti permetta di interfacciarti al software prescelto.

Il cloud sembrerebbe offrire solo molti vantaggi, e infatti sono davvero molti i pro di questa tecnologia, ma come per ogni cosa bisogna prestare alcune attenzioni prima di scegliere di usufruire di un servizio cloud, sia esso free, pay-per-use o a canone annuo.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo quali sono i pro e contro del cloud e quali motivazioni possono portarti a scegliere per un provider piuttosto di un altro.

Continua a leggere

rete-vpn-internet-oltre-i-limiti-geografici

Per chi non è addetto ai lavori, chiedere a cosa serve una rete VPN è del tutto lecito. Il mondo dell’informatica è pieno di sigle e acronimi dal significato misterioso e molto spesso straniero.

In questo caso, le tre maiuscole stanno per “Virtual Private Network”. VPN quindi è la definizione inglese di Rete Virtuale Privata, ossia un modo protetto e sicuro per scambiare dati in Internet.

Ti starai chiedendo cosa c’è di così diverso da una comune rete locale, dato che scambiare dati è lo scopo basilare delle connessioni Internet.

Continua a leggere

lucchetto-aperto-su-notebook-

Spesso si può cadere nell’errore di ritenere l’antivirus come un protettore universale per le proprie strumentazioni informatiche.

Certamente avere un buon antivirus ti permette di avere tutti i tuoi sistemi in sicurezza, ma sei davvero sicuro che sia l’unica arma a tua disposizione per proteggerti dagli intrusi digitali come i malware?

Ci sono parecchi accorgimenti che puoi adottare per aumentare la tua protezione informatica, e molti sono davvero alla portata di tutti, basta solo avere ordine e costanza. Stiamo parlando di procedure basilari come:

  1. Cambio password del pc;
  2. Cambio password delle tue registrazioni online e delle tue delle tue credenziali di accesso alla casella di posta;
  3. Cambio password della tua rete internet;
  4. Aggiornamento dei driver;
  5. Aggiornamento dei sistemi operativi.

Forse alcuni ti sembreranno complicati, come potrebbe essere l’aggiornamento di un sistema operativo, ma ad esempio tenere ordine nelle tue credenziali di accesso è fondamentale per creare barriere ai tentativi di furto dei dati.

In questo articolo ti daremo 5 consigli per aumentare la tua sicurezza informatica, e qualche tip.

Continua a leggere

hacker al pc

Orientarsi per capire quali sono i migliori antivirus del 2021 è importante per fornire il massimo della protezione per i tuoi devices.

Con l’aumento della richiesta di lavoro da remoto è aumentato anche il rischio informatico per aziende e lavoratori, per non parlare dei rischi connessi all’uso dei computer da parte dei bambini che devono obbligatoriamente frequentare le lezioni online a distanza.

Continua a leggere

Riunione on line via web

Ormai ti sarai abituato. “Contattami su Zoom”, “Fissiamo una call su Meet”, “Ti richiamo su Teams”, sono frasi che dirai o sentirai più di una volta al giorno, sia che tu lavori da casa, ma anche se sei rimasto a svolgere le tue mansioni in ufficio.

E dopo i primi impacci, hai preso confidenza con questi strumenti e sai come chiudere il microfono, condividere lo schermo della tua postazione o regolare l’audio.

Continua a leggere

Coronavirus al microscopio

Covid-19 è stato, ed è tuttora, una tragedia sia sanitaria sia economica.

Dal punto di vista delle aziende, ha costretto tutti a rivedere le metodologie di lavoro, specialmente quelle in ambito informatico.

Espressioni come smart working, lavoro da remoto, video conferenza, VPN, erano piuttosto sconosciuti fino a 12 mesi fa, a parte chi appartiene al settore dei consulenti informatici.

Continua a leggere

Hacker informatico

Se pensi che la protezione dei tuoi sistemi informatici contro gli attacchi esterni sia un argomento che riguarda esclusivamente banche, società che gestiscono dati sensibili o grosse aziende, ti sbagli di grosso.

Secondo uno studio del Ponemon Institute, una società specializzata in ricerche nel settore IT, il 67% delle aziende intervistate ha affermato di aver subito un attacco informatico negli ultimi 12 mesi.

Continua a leggere

Consulente IT al lavoro

Uno studio di Trend Micro, società leader nel settore della sicurezza informatica, mostra come l’88% delle aziende ha accelerato il processo della migrazione verso il cloud. 

Secondo l’ultima analisi di Assintel, l’Associazione Nazionale delle imprese ICT, il settore continua a crescere, segno che le imprese hanno consapevolezza dell’importanza degli strumenti informatici in azienda. 

Continua a leggere

L’Email Marketing, conosciuto anche come DEM (Direct Email Marketing) è una tecnica di marketing diretto, in cui, attraverso l’uso dell’email si indirizzano messaggi specifici per ogni utente.

Ma come funziona e perché bisognerebbe inserirlo in qualsiasi strategia di marketing?

È un metodo, estremamente semplice, ma che nel 2021 è ancora in grado di fare la differenza, infatti attraverso la segmentazione della propria audience, si possono raggiungere clienti in target con una percentuale di conversione pari o più alta rispetto a qualsiasi campagna di advertising sui social media (link articolo social media).

Continua a leggere