WooCommerce: molto più di un plug in

Nel tempo la grande diffusione di WordPress come piattaforma CMS ha portato con sé lo sviluppo di una miriade di plug-in. Alcuni di questi sono diventati così grandi e strutturati che il continuare a chiamarli plug-in fa un po’ sorridere.

Nato per gestire gli aspetti e-commerce di un sito, WooCommerce è uno di questi plug-in. Inizialmente WooCommerce era visto da chi sviluppava professionalmente e-commerce come il brutto anatroccolo della famiglia di strumenti web dedicati a questo fine.

Essenziale e poco versatile sembrava non poter reggere la concorrenza di altre piattaforme specializzate. Così come nella favola di Andersen però, il piccolo anatroccolo alla fine diventa un bellissimo cigno e mette in imbarazzo i fratelli che lo guardavano dall’alto in basso.

Oggi infatti WooCommerce non solo è stabile e versatile ma offre in maniera integrata una serie di funzionalità a supporto delle strategie di marketing che potrebbero accontentare anche il marketer più evoluto. Come se non bastasse poi WooCommerce è diventato così utilizzato che molte software house hanno iniziato a loro volta a sviluppare add-on che lo arricchiscono di funzionalità: dalla connessione ai classici gestionali contabili alle funzionalità marketing più evolute.

Volete alcuni esempi?

Se poi non vi dovessero bastare le opzioni “marketing” base potreste usare Beeketing for WooCommerce. Tra le oltre dieci funzioni di marketing avanzato, oltre agli immancabili up-selling, cross-selling e bundling, è degna di menzione la funzionalità per il recupero dei carrelli abbandonati attraverso l’uso di mail e cookies.

Insomma oggi WooCommerce si pone come una valida alternativa alle più blasonate piattaforme di e-commerce senza che dobbiate necessariamente rimpiangerne il non utilizzo.

Vuoi saperne di più?
Contattaci!