Google Lens è uno strumento per la Ricerca per Immagini su internet. La sua conoscenza non è tanto diffusa anche se ormai si trova su tutti i nuovi dispositivi Android e iOS, integrato nelle App di gestione della fotocamera. Spesso, pur avendolo utilizzato, ne ignoriamo il nome ma anche le potenzialità.

Anche Google Lens, come tutti gli strumenti di AI, più di qualche volta rende risultati inesatti o non corrispondenti alle nostre intenzioni.

Ma ha comunque un grande potenziale, soprattutto nella ricerca per immagini, nella traduzione e lettura di brevi frasi e per lo Shopping. È quindi sicuramente uno strumento da tener d’occhio per in una strategia di Web Marketing.

Vediamo insieme:

Cos’è Google Lens

Google Lens è un’app mobile, ossia un software per cellulari. È stato lanciato ufficialmente da Google a ottobre 2017 per Android e nella versione per iOS a dicembre 2018.

Il termine inglese Lens significa lente ma anche l’obiettivo fotografico e il cristallino dell’occhio. Infatti Google Lens rientra tra gli strumenti d’intelligenza artificiale (o AI, acronimo di Artificial Intelligence): è un sistema di riconoscimento visivo che utilizza le fotocamere di smartphone e tablet.

Attraverso questi occhi digitali rileva parametri che confronta con gli sterminati database di Google, restituendo all’utente informazioni sull’oggetto o sul testo inquadrato.

Inoltre consente di utilizzare le informazioni ottenute per compiere con esse delle operazioni.

Per farlo si integra coi diversi tools di Google: Foto, Ricerca scritta e Ricerca vocale, Traduttore, Keep, Maps, Shopping…

Cosa fa e come si usa Google Lens

In pratica Google Lens cerca per te nel web a partire da un’immagine o una foto.

Per l’utilizzo è bene verificare la presenza dell’app sul nostro apparecchio digitale, smartphone o tablet che sia. Su quelli più nuovi di solito è già presente (caricata con le funzionalità di Google). Altrimenti, se compatibile, basterà scaricarla e installarla.

Google Lens può essere usato direttamente dalla App Mobile, accedendo all’applicazione e inquadrando qualcosa con la telecamera.

Oppure attraverso immagini già presenti sui nostri dispositivi: in Google Foto, su foto scattate da noi, o Immagini, risultati di ricerca con Google o con Google Shopping. Infatti Google lo ha già integrato sulle proprie applicazioni di fruizione delle immagini digitali.

Ma conosciamo più direttamente partendo direttamente dalla App nativa, poiché una volta capito il suo funzionamento e le sue potenzialità sarà intuitivo estenderne l’utilizzo su immagini digitali già acquisite.

Utilizzo tramite App

Accedendo alla App si attiverà la videocamera. Nella schermata di Google Lens, in basso, compaiono tutte le azioni possibili, da scegliere in base a ciò che si inquadra e cosa vogliamo ottenere:

  • traduzione
  • testo
  • cerca
  • compiti
  • acquisti
  • luoghi
  • dove mangiare

La funzione Cerca riguarda la ricerca su Google. Si attiva di default ed è disponibile anche impostando tutte le altre opzioni.

Le funzionalità di Google Lens sono veramente molte e amplificano il loro potenziale integrandosi sia con strumenti messi a disposizione dal nostro dispositivo (note, archivi e foto) che da Google (Drive per archiviare, Keep per catturare appunti e note, Calendar…).

A seconda se si inquadrano testi o oggetti avremo disponibili varie opzioni. Vediamole.

Google Lens per i testi scritti: le funzioni Traduzione, Testo, Compiti

Inquadrando una scritta, stampata o in buona calligrafia, con Google Lens si può copiarla, farne una nota, fare una ricerca su Google o una Traduzione (nelle lingue supportate) e chiedere all’assistente vocale che la legga per noi. E ciò può tornare utile quando ci troviamo davanti ad una lingua o addirittura ad un alfabeto che non conosciamo.

O quando dobbiamo trascrivere sequenze alfanumeriche o codici. E comunque, più semplicemente, se abbiamo problemi visivi o difficoltà a leggere.

Si può inoltre chiedere a Google Lens di occuparsi solo di una Selezione di una scritta.

In questo caso, oltre alle possibilità già dette e sempre presenti per una scritta, se si tratta di un indirizzo avremo la possibilità di accedere direttamente Google Maps! Comparirà in basso una mappa cliccabile, che si potrà mostrarci l’ubicazione geografica con la possibilità di attivare la navigazione!

Oppure, se la selezione è un numero di telefono, tra le operazioni possibili potremo chiamare il numero, inviare un SMS o scegliere “Aggiungi contatto”. La data di un volantino o un articolo di giornale può essere aggiunta alla nostra agenda con Calendar.

Se con Google Lens inquadriamo un codice a barre o un codice QR di un prodotto debitamente catalogato su Google, potremo vedere tutte le informazioni che Google ha su quel prodotto o avere l’accesso a una WIFI.

Infine, ma non per importanza, la funzione Compiti.

Lens è integrato anche con Socratic, una app che cerca le migliori soluzioni online a quesiti di Algebra, Geometria, Trigonometria, Biologia, Chimica, Fisica, Storia e Letteratura.

Solitamente nel caso di problemi o espressioni fornisce i passaggi per giungere alla soluzione, in modo da permetterne la comprensione.

È ancora in fase di implementazione ma è comunque un aiuto, soprattutto per studenti e genitori alle prese coi compiti per casa!

Google Lens per le immagini: Acquisti, Luoghi e Dove Mangiare

Se apriamo Google Lens su un’immagine o inquadriamo qualcosa che ci circonda, la app cercherà nel database di Google altre immagini simili corrispondenti e ce le proporrà con il bagaglio di informazioni ad esse annesso.

Nel caso di una pianta o di un animale ci aiuterà, ad esempio ad individuare nome e classificazione scientifica.

Dopo le funzioni più legate all’utilità personale arrivano quelle più legate allo svago e quindi più soggette a finalità “commerciali”.

Google Lens settato in modalità Acquisti riconosce l’oggetto inquadrato, lo confronta con le immagini del suo database e ti mostra eventuali diverse versioni. Inoltre ti propone le relative possibilità d’acquisto di sua conoscenza, rinviandoti a Google Shopping e a proposte commerciali online.

 

 


Esempio di utilizzo di Google Lens in modalità Acquisti

Se invece ci troviamo di fronte ad un monumento o ad un edificio storico e vogliamo saperne nome e notizie basterà aprire Goolge Lens, scegliere la modalità Luoghi, inquadrarlo e attivare il mirino blu premendoci sopra.

E sempre in modalità luoghi se inquadriamo un negozio o un’insegna, se l’esercente ha correttamente compilato la sua scheda Google My Business, la ricerca riporterà alle informazioni della scheda con orari di apertura, recapito telefonico e anche eventuali post su promozioni o eventi!

Infine la modalità Dove Mangiare è evidentemente dedicata ai ristoranti.

Al momento è la meno sviluppata, almeno in Italia. Google la propone come modo per sapere i migliori piatti proposti da un ristorante in base alle recensioni avute in Google Maps. Dovrebbe funzionare inquadrando il menu o una portata.

Cos’è Google Lens per le Aziende

Google Lens può offrire soluzioni semplici e rapide a dubbi pratici e curiosità quotidiane ma anche aiutare chi viaggia, lavora con l’estero o compra online. Permette agli utenti a trovare online oggetti e spiegazioni presenti su immagini di Siti Web, Schede Google My Business, Vetrine online ed Ecommerce.

Consentendo di integrare mondo digitale e realtà è funzionale alla Omnicanalità. Per questo sapere Cos’è Google Lens può rivelarsi uno strumento importante per aziende e attività commerciali, così come i vari software e strumenti che costituiscono la cosiddetta Intelligenza Artificiale.

Max Mile è attenta alle nuove tendenze del mercato e ha competenze tecniche per attuarle in Strategie di Marketing funzionali ed innovative, che possono includere l’AI e tutto il suo potenziale. Contattaci per maggiori informazioni!

 

Vuoi saperne di più?
Contattaci!

 

Dichiaro di aver letto ed accettato i termini sulla privacy policy

 

Leggi gli ultimi Articoli sul Mondo Web Marketing