img-background

Se si vuole creare un e commerce non si può pensare come se ci trovassimo di fronte ad un negozio fisico è ridicolo.

Quando entriamo dentro ad un negozio, se non siamo attirati da qualcosa in vetrina, lo facciamo avendo già “accordato” al negoziante un discreto livello di fiducia, nessuno entrerebbe coscientemente nel negozio di un brand senza fidarsene.

Sul web è diverso e, l’estrema facilità con cui si può entrare in contatto con un venditore, non necessariamente genera automaticamente “fiducia”, anzi, a volte c’è proprio una sorta di diffidenza “preconcetta” verso chi appare primo sui motori di ricerca con un link sponsorizzato.

È per questo motivo che in moltissimi e-commerce (Amazon docet) ci sono sezioni molto ampie dedicate alle recensioni ed ai commenti dei clienti che attraverso la loro esperienza aiutano il venditore ad “accreditarsi” agli occhi del nuovo potenziale cliente.

Tutto Quello che Devi Valutare per Creare un e commerce

Allo stesso modo nel valutare i costi per avviare una attività tradizionale tutti penserebbero all’affitto dei locali e ai loro arredi, alle forniture, al personale (commessi e/o magazzinieri) e ad un minimo di pubblicità per far sapere al mondo della propria esistenza. Bene, oggigiorno per rispondere a tutte queste domande, dovrebbero uscire dal salvadanaio diverse decine di migliaia di euro per il solo avvio dell’attività.

Perché dunque non ci dovremmo fare domande simili per realizzare qualcosa sul web, per creare il nostro e-commerce?

Ovviamente all’affitto sostituiremo l’hosting o il server virtuale ma perché per l’affitto di un locale in una strada del centro citta siete disposti a spendere diverse migliaia di euro ogni mese e quando la vostra web agency di fiducia vi dice che Google premia i siti veloci e che per poter performare ottime prestazioni avete bisogno di spendere qualche centinaio di euro l’anno iniziate a snocciolare una serie di obiezioni che vanno da “conosco un Internet Service Provider più economico” a “perché non usiamo il nostro server interno”?

Dal nostro punto di vista queste affermazioni sottolineano solo la scarsa importanza data da alcuni clienti alle soluzioni che gli vengono proposte.

I servizi complementari dell’e-commerce

Allo stesso modo esistono oggi mille servizi complementari alla pubblicazione delle pagine di un sito web, che vengono percepiti come “opzionali” quando invece si tratta di servizi “essenziali” per il successo di un progetto.

Se aprite un negozio fisico non ragionate in termini di “faccio gli arredi solo se vendo” perché sapete che se buttate per terra i vostri prodotti saranno molto poche le persone che si “fideranno” ad entrare.

Allora perché dovreste ragionare per il web in termini di “farò la SEO solo se le cose girano bene”. Ragionare così è come sperare di vincere la lotteria senza acquistarne i biglietti!

La visione giusta per aprire un’e-commerce

Per realizzare un e-commerce è presumibile che spenderemo meno rispetto ad aprire una attività tradizionale ma pensare che sia tutto gratis o che il rapporto sia di 1 a 20 è pura fantasia!

Gestire server, mantenere aggiornate le installazioni software, ottimizzare contenuti, prestazioni e visibilità sui motori di ricerca sono lavori, come sono lavori integrare l’e-commerce al sistema di fatturazione e al magazzino (se già presente in azienda) e come, ancora, sono lavori la consultazione delle statistiche di rendimento e l’occuparsi della gestione di privacy, resi, condizioni di vendita e rapporti con gli spedizionieri.

In un mondo complesso come quello in cui ci troviamo a vivere, sperare che questa consapevolezza sbocci spontaneamente è altrettanto illusorio.

Per questo in Max Mile investiamo tanta parte delle nostre energie nel costruire con i clienti un rapporto di fiducia tale da permetterci di condurre quest’ultimo in una esperienza produttiva economicamente vantaggiosa, senza che ad ogni riunione il cliente debba pensare: “…e adesso chissà quale altro diavolo di prodotto/servizio mi vorranno vendere questi della web agency”.

Lavorare con noi ha una impostazione diversa perché non nascondiamo gli investimenti da sostenere per realizzare un progetto di successo e preferiamo che il cliente desista, piuttosto che lavorare in maniera raffazzonata finendo per non raggiungere gli obiettivi che ci sono stati affidati.

Ci dispiace per i mille competitors che pur di accaparrarsi un nuovo cliente sono pronti a dire e fare carte false ma la nostra onestà ci ha permesso di essere qui, dopo quasi 18 anni, a raccontare, a chi vuole ascoltarci, che investire sul web è più economico rispetto al mondo reale ma non per questo significa che è gratuito.

 

Vuoi saperne di più?
Contattaci!

 

    Dichiaro di aver letto ed accettato i termini sulla privacy policy

     

    Leggi gli ultimi Articoli sul Mondo Web Marketing