ragazza che guarda i possibili servizi del cloud computing

Mai come nell’ultimo anno ci si è resi conto dell’importanza del lavoro agile o smart working che dir si voglia, un’opzione che dati alla mano nessuna azienda può più permettersi di considerare solo come tale.

Chi nelle imprese ricopre il ruolo di scelte relative ai sistemi di Information Technology deve dunque farlo in maniera tale che questi possano ben configurarsi anche con la necessità di poter svolgere lo stesso lavoro sia in ufficio che da remoto.

Per farlo è necessario che i dipendenti abbiano sia le dotazioni di base tecniche – si pensi ai vari dispositivi necessari per svolgere la specifica mansione – che l’accesso garantito ai vari servizi e applicazioni dell’azienda.

La migrazione al cloud di un’azienda

Nel discorso affrontato rientra sicuramente la cosiddetta migrazione al cloud di un’azienda, ovvero il trasferimento di una struttura fisica su una piattaforma di condivisione digitale.

dirigente che disegna servizi cloud

L’intera rete informatica viene dunque affidata a delle strutture all’esterno dell’azienda, ovvero a storage dedicati alla condivisone di dati. Questo porterà ad ad evidenti benefici quali:

  • la disponibilità dei dati, che potranno essere reperibili ovunque e con una semplice connessione ad internet e dunque senza il ricorso a VPN o simili. Il dipendente fuori dall’ufficio potrà dunque collegarsi tranquillamente alla cartella condivisa messa a disposizione dall’azienda;
  • l’assenza di manutenzione, data dal fatto che non c’è nessun hardware fisico per i dati. In questo caso sarà dunque necessario semplicemente sottoscrivere un abbonamento con chi fornisce servizi cloud, il quale si occuperà anche dell’assistenza alle rete informatiche;
  • il salvataggio dei dati, senza dover dunque ricorrere a backup in quanto il cloud agisce in maniera automatica;
  • l’agevolazione del lavoro di gruppo, con più utenti che da remoto potranno entrare e lavorare su un file condiviso.

I sistemi cloud che possono essere scelti dalle aziende sono molti, da Azure a Google Cloud, fino ad arrivare ad Aws. Sarà compito dell’azienda selezionare quello che più si adatti all’architettura della condivisione che si vuole creare.

L’azienda è pronta per la migrazione al cloud?

Chiedersi se la propria azienda sia pronta alla migrazione al cloud è di fondamentale importanza per valutare se la propria organizzazione interna del lavoro sia compatibile con questa scelta. Oltre a questo aspetto c’è poi un tema di competenze con i sistemi IT e di sicurezza.

persona che illustra i servizi cloud per le aziende

Dalla rete interna fino alla alla rete internet, è necessario infatti che ogni apparecchio venga configurato per valorizzare l’interscambio di dati online. E poi, sulla sicurezza, è necessario proteggere i propri dati utilizzando una rete informatica sicura che tuteli dunque la realtà aziendali dall’esposizione al web.

È bene dunque valutare tutti questi aspetti, investendo in servizi di assistenza e consulenza informatica che installino ad esempio un sistema di wi-fi per gli ospiti esterni all’ufficio o predispongano ogni dispositivo con un antivirus che compra lo stesso da eventuali attacchi informatici.

Alcuni servizi in cloud per le aziende

Molti sono i servizi in cloud che le aziende possono utilizzare per favorire il lavoro da remoto.

esempi di servizi disponibili su cloud

Microsoft, ad esempio, con il suo Microsoft Teams offre un’ampia gamma di strumenti e soluzioni in tal senso. Sarà con questo possibile, ad esempio, valorizzare al meglio il pacchetto Office che ha in Microsoft 365 la sua versione più aggiornata ed evoluta con il cloud. Da Word a Power Point, fino ad arrivare ad Outlook con il suo innovativo sistema di calendarizzazione degli appuntamenti e la funzione Meet Now.

Tutti viaggeranno su un sistema di condivisione aziendale, favorendo in tal senso il lavoro di tutti i dipendenti ovunque questi si trovino.

Riunioni e webinar non saranno più un problema, ma anzi grazie a Microsoft potranno avere dei vantaggi se svolte da remoto. Tra questi la trascrizione dal vivo del contenuto della riunione, insieme all’audio e al video del meeting.

Il ruolo del Cloud Architect

Appare evidente dalla descrizione fin qui messa in atto del processo di migrazione al cloud di un’azienda che tale innovazione nei consueti sistemi di Information Technology richieda grande competenza e un continuo aggiornamento nei confronti delle novità offerte dalle varie realtà operanti nel settore.

sistemista che disegna una nuvola

È per tale necessità che si parla sempre più di Cloud Architect, una nuova figura professionale specializzata nella creazione dell’architettura complessiva del cloud di un’azienda. Il consulente informatico saprà gestire le caratteristiche proprie di ogni realtà economica, offrendo di volta in volta le soluzioni migliori per quella specifica azienda.

Richiedi la tua consulenza informatica

Max Mile è una società con sede a Firenze, ma operante in tutta Italia, che dal 2003 offre consulenza informatica completa a tutte le aziende, dalle più piccole alle più grandi.

Con il nostro lavoro sviluppiamo siti internet e software su misura, siti di e-commerce oltre a svolgere le attività di web marketing e SEO. Esperienza e competenza per condurre le aziende nella giusta direzione digitale.

Per richiede assistenza e consulenza informatica per la tua azienda e ottenere una guida nella migrazione al cloud, ti invitiamo a contattarci compilando il seguente form.

    Dichiaro di aver letto ed accettato i termini sulla privacy policy