Tendenze web design 2022-2023 che ogni azienda dovrebbe conoscere

Gruppo di web designer al lavoro

L’impatto che la grafica del tuo sito ha sui tuoi potenziali clienti è determinante. Avere un sito veloce, con contenuti attuali e precisi per l’utente è una condizione imprescindibile per un’adeguata presenza web.

Aggiungendo una grafica curata e accattivante, potresti ottenere un effetto wow che spingerebbe le persone a comprare i tuoi prodotti o servizi.

In questo articolo ti mostrerò alcune tendenze e novità sul web design dei prossimi anni.

Tralascerò gli elementi che sono necessari all’interno di un sito web, come la presenza di un certificato di sicurezza, una velocità adeguata di caricamento delle pagine, l’adattabilità del sito ai dispositivi mobili (sito responsive) il cookie banner e la privacy policy, le informazioni che devono essere presenti su un sito web per legge.

Web design come fattore chiave per le aziende

Credi che l’aspetto del tuo sito non sia importante? Secondo una statistica, il 48% delle persone afferma che il design di un sito web è il fattore numero uno nello stabilire la credibilità di un’azienda.

L’aspetto grafico di un sito dipende da una serie di fattori:

  • dalla tipologia di comunicazione che hai scelto per la tua azienda: formale o informale, scherzosa o seria
  • dal settore della tua impresa: un istituto medico avrà bisogno di un layout diverso rispetto a un’agenzia creativa
  • dal target a cui ti rivolgi: giovani o anziani, maschi o femmine, ecc.

indipendentemente da questi elementi, ecco alcune tendenze che puoi valutare per la realizzazione o il restyle del tuo nuovo sito web aziendale.

Flat design

Un design flat segue l’approccio del minimalismo. Le tendenze del web design del 2022 riguardano semplicità e minimalismo. I designer stanno cercando di rendere i loro siti web il più semplici possibile, concentrandosi sul contenuto.

Nel flat design si utilizzano le forme geometriche di base, pochi colori (la tavolozza è quasi monocromatica), si evitano 3D e scheumorfismo. Anche le funzioni sono ridotte all’osso. In questo modo si ottengono due vantaggi: un sito pulito e facile da consultare e una rapidità nel caricamento delle pagine.

Esempio:

Home page del sito Porsche

Non si tratta di una tendenza nuova: il flat design è in giro dal 2012, tant’è vero che oggi si parla di flat design 2.0.

Spazio bianco

Il design moderno dei siti web sta tornando alla semplicità, con un’enfasi sullo spazio bianco. Forse anche dovuto alla filosofia del “mobile first”, in cui si crea il design partendo dalla grafica per lo smartphone e poi si passa a ricavare quelle delle altre tipologie di dispositivi (tablet e pc).

L’utilizzo dello spazio bianco è anche una delle caratteristiche del flat design.

Nel web design, lo spazio bianco si distingue in:

  • attivo: quello introdotto dal web designer a vari scopi, in genere per migliorare la gradevolezza delle pagine e stimolare l’azione dell’utente (conversione)
  • passivo: quello che si presenta naturalmente nelle pagine web, per esempio la spaziatura tra le parole.

Lo spazio bianco si divide anche in:

  • macro: lo spazio tra gli elementi visuali e il copy
  • micro: lo spazio tra le righe di testo (interlinea) e lo spazio tra le lettere

Ecco un esempio di come Adidas utilizza lo spazio bianco nella sezione I più venduti della sua home page

Home page del sito Adidas

Oppure ecco l’uso del bianco nel sito di Apple

Home page del sito Apple

Modalità scura

Sempre più siti offrono al visitatore la possibilità di attivare la “dark mode” per affaticare meno la vista durante la lettura, specialmente la sera. Inoltre, la modalità scura consuma meno la batteria degli smartphone.

Ma nel web design si va sempre più diffondendo l’utilizzo di schemi di colore neri, specialmente in certi settori.

Immagine principale che usa caratteri tipografici

Se non disponi di un’immagine di apertura del sito convincente, puoi ricorrere all’utilizzo di scritte con font accattivanti.

Ecco un esempio

Home page del sito CareScribe

Oppure

Home page del sito Heyday

Intelligenza artificiale e chatbot

Una delle applicazioni più conosciute dell’intelligenza artificiale è il chatbot, uno strumento sempre più usato da app e siti web per coinvolgere gli utenti.

I chatbot possono rispondere a domande di base, diminuendo così il carico di lavoro di coloro che devono dare risposte alle persone.

La presenza di molteplici plug in che consentono l’integrazione con servizi di terze parti e la scalabilità delle funzioni disponibili permette di poter implementare un chatbot in qualunque tipologia di sito, anche il più piccolo.

Gli algoritmi di machine learning permetteranno ai chatbot di diventare sempre più efficienti nelle risposte fornite.

Cosa non vedrai nel web design nei prossimi anni

Le mode cambiano, anche nel web. Alcune tendenze, largamente utilizzate negli anni passati, sembrano segnare il passo perché non apprezzate dagli utenti.

Vediamone alcune:

  • Parallasse: si tratta di quell’effetto di scorrimento dell’immagine di sfondo contemporaneo allo scroll della pagina web. Non ha mai coinvolto le persone come ci si aspettava, oltre a rallentare il caricamento della pagina.
  • Hamburger menu sulla versione desktop del sito: utilizzare la forma di menu compatta nelle versioni dei siti non mobile è controverso per l’usabilità del sito stesso. Inoltre va contro i principi del minimalismo, perché obbliga l’utente a fare un click in più per accedere alle voci del menu.
  • Tipografia complessa: utilizzare troppe tipologie di caratteri diversi rende la pagina confusionaria, poco attraente e difficile da usare sui dispositivi mobili. Stai sul semplice e limitati a pochi font.

Quali tendenze ti aspetti per il web design nel 2023?

In questo articolo abbiamo accennato ad alcune tendenze in atto nel settore del design di siti web.

Se, durante la tua navigazione di siti web, hai notato qualche elemento che ti ha colpito o incuriosito, faccelo sapere. Ne terremo conto nella prossima edizione di questo articolo 😊